Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Sabato, 18 Novembre 2017











Fobia

La fobia è definita come una paura intensa, irrazionale e persistente per determinate e circoscritte situazioni od oggetti (stimolo fobico). Alcuni stimoli fobici possono essere: viaggio in aereo, altezza, animali, sangue, iniezioni, temporali, acqua.

L’esposizione allo stimolo fobico provoca ansia e desiderio compulsivo di evitarlo. Tale reazione può prendere la forma di un attacco di panico causato dalla situazione o sensibile alla situazione. Gli adulti che soffrono di questo disturbo riconoscono che la paura verso l’oggetto e la situazione è eccessiva e sproporzionata per intensità e durata.

La paura, l’ansia anticipatoria e l’evitamento dello stimolo fobico possono interferire in modo significativo con la vita sociale e lavorativa del soggetto tanto da richiedere l’intervento dello specialista. Il trattamento farmacologico di questo disturbo ha l’obiettivo di ridurre e contenere l’ansia, e a volte può rappresentare un supporto di breve durata agli interventi psicoterapeutici. Un’attenta valutazione psicodiagnostica consente d’individuare il ruolo e l’origine dell’ansia nell’organizzazione di personalità del soggetto e predisporre un progetto psicoterapeutico mirato.

Fonte: American Psychiatric Association (1994) DSM-IV: Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, fourth edition. American Psychiatric Association, Washington, D.C. Trad. it. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, Masson, Milano, 1996.



Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open