Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Sabato, 18 Novembre 2017











Oggetto transizionale

Termine introdotto da D.W. Winnicott per designare un oggetto materiale che ha un valore elettivo per il lattante e il bambino, specie al momento di addormentarsi (per esempio, un lembo della coperta, un tovagliolo che egli succhia).
Il ricorso a oggetti di questo tipo, secondo l'autore, un fenomeno normale che consente al bambino di effettuare la transizione tra la prima relazione orale con la madre e la "vera relazione oggettuale".

Fonte: Jean Laplanche e Jean Bertrand Pontalis, Enciclopedia della psicoanalisi.



Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open