Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Sabato, 18 Novembre 2017











Sviluppo (leggi dello)

Lo sviluppo infantile Ŕ influenzato sia da fattori interni sia da fattori esterni.

fattori interni:
  • ereditarietÓ (capacitÓ potenziali)
  • costituzione (genetica, neurologica, endocrina, aspetti psichici condizionati dalla componente biofisica)
fattori esterni:
  • ambiente (sviluppo delle capacitÓ potenziali) fisico e psicosociale

Quindi lo sviluppo va interpretato in senso pluridimensionale:
  • biologico-fisico
  • psicologico-psichico
  • sociale

Alcune condotte sono automatiche, la maggior parte si sviluppano invece in modo molto complesso e profondo come ad esempio il pensiero, la deambulazione o le relazioni affettive.
Il ritmo dello sviluppo dipende sia da caratteristiche ereditarie sia da caratteristiche ambientali.
Ci possono essere:
  • anticipazioni
  • ritardi
  • regressioni
  • fissazioni
Le fasi dello sviluppo non sono nÚ separate nÚ definibili in termini di etÓ, ma ognuna ha delle caratteristiche che la rendono sufficientemente distinguibile.
E' necessario un certo grado di maturazione psicologica e biologica per dar luogo a certi comportamenti.

Fonte: Le leggi dello sviluppo, tratto da Foglio Bonda P., I disturbi psicologici dello sviluppo infantile, ed. Franco Angeli, 1986.



Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open