Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Venerdì, 24 Novembre 2017











Andragogia (modello andragogico)

Il modello andragogico è un modello di processo, a differenza dei modelli di tipo contenutistico impiegati dalla maggior parte dei formatori tradizionali. La differenza è questa:

nell’istruzione tradizionale l’insegnante (o il trainer o il comitato di programmazione curricolare o qualcun altro) decide in anticipo quali conoscenze o abilità devono essere trasmesse, divide questo complesso di contenuti in unità didattiche logiche, sceglie i mezzi più efficaci per trasmettere questi contenuti (lezioni tradizionali, letture, esercizi di laboratorio, film, cassette, ecc.) e poi sviluppa un piano per presentare queste unità di contenuto in un qualche genere di sequenza. Questo è un modello (o progetto) di contenuto.

Il docente andragogico (facilitatore, consulente, change agent) prepara in anticipo una serie di procedure per coinvolgere i discenti (e le altre parti interessate) in un processo che comporta questi elementi:
  1. stabilire un clima favorevole all’apprendimento
  2. creare un meccanismo per una progettazione comune
  3. diagnosticare i bisogni di apprendimento
  4. formulare gli obiettivi del programma (che costituiscono i contenuti) che soddisferà questi bisogni
  5. progettare un modello di esperienze di apprendimento
  6. condurre esperienze di apprendimento con tecniche e materiali adatti
  7. valutare i risultati dell’apprendimento e diagnosticare nuovi bisogni di apprendimento
Questo è un modello di processo.

La differenza non è che uno si occupa dei contenuti e l’altro no; la differenza è che il modello contenutistico si occupa di trasmettere informazioni e abilità, mentre il modello di processo si occupa di fornire procedure e risorse per aiutare i discenti ad acquisire informazioni e abilità. (Knowels M.S., 1993, pag. 138).

Fonte:
  • Knowels M.S., (1984), Quando l'adulto impara. Pedagogia e andragogia. Tr. it. Franco Angeli, Milano, 1993.
  • Knowels M.S., (1989), La formazione degli adulti come autobiografia. Il percorso di un educatore tra esperienze e idee. Tr. it. Raffaello Cortina Editore, Milano, 1996.






Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open