Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Lunedì, 25 Settembre 2017











Approccio terapeutico

L'approccio terapeutico seguito dalla Dott.ssa Maria Anna Spaltro fa capo alla psicoterapia psicoanalitica.
La psicoterapia psicoanalitica deriva dalla psicoanalisi freudiana e dai suoi successivi sviluppi (psicanalisi dell'Io, del Sé, e delle Relazioni oggettuali). La psicoterapia psicoanalitica a differenza della psicoanalisi freudiana è più breve, più direttiva, più centrata sui problemi attuali, e utilizza in misura minore il transfert.

La psicoterapia psicoanalitica è definita psicoterapia ricostruttiva o espressiva e si distingue dalle psicoterapie di sostegno (umanistiche-esistenziale) e da quelle rieducative (cognitive-comportamentali) per la qualità degli insight e dei cambiamenti ricercati.

Lo psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico considera il comportamento disfunzionale come il risultato di esperienze negative del passato, soprattutto con le principali figure di attaccamento, e di condizionamenti interpersonali e sociali. Questi condizionamenti ed esperienze negative sono i principali responsabili del non corretto sviluppo della personalità e dei conflitti tra il sistema dei valori interiorizzato dal soggetto e le richieste che provengono dalla realtà esterna.

Come conseguenza si manifestano nel soggetto sentimenti di ansia e di tensione. Per affrontarli la persona mette in atto una serie di misure difensive. Tra le difese, la più comune e fondamentale è la repressione, che però raramente risulta efficace in maniere totale e permanente. Infatti, gli impulsi repressi riemergono o come tali (con la conseguente sequela di ansia e di meccanismi di difesa - non selettivi, sproporzionati, poco coerenti e coatti - che, pur alleviando l'ansia, rendono difficile l'adattamento) o in forma di sintomi.

Le condotte determinate direttamente o indirettamente dagli impulsi repressi e dalle difese, promuovono atteggiamenti e reazioni che sono inadeguate alla realtà obiettiva e attuale del soggetto. Inoltre sono infantili perché non tengono conto del passare del tempo e cercano, sostanzialmente, di ottenere sicurezza e dipendenza. Infine, disorganizzano i rapporti interpersonali e impediscono l'integrazione della personalità e l'espansione delle potenzialità del soggetto.

(Trato da: P. Foglio Bonda, Principi e tecniche di psicoterapia, 1992, Franco Angeli).

Su questo sito vedi anche: domande sulla psicoterapia e lo psicoterapeuta




 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open