Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Lunedì, 25 Settembre 2017











Figli e separazione: le 10 cose che i genitori dovrebbero fare sempre

Lo scioglimento legale di un matrimonio è un atto giuridico con una durata temporale mediamente prevedibile. Ma possiamo dire altrettanto del legame affettivo? Sembrerebbe di no. Sembrerebbe che la rabbia e il rancore che osserviamo nella maggior parte delle separazioni rallenti, anziché accelerare, il processo di “separazione mentale” tra gli ex-coniugi.

Quando il contesto relazionale è molto conflittuale, gli ex-coniugi (o ex-coppia di fatto) impiegano più tempo a ritrovare un loro personale equilibrio. Lo stress legato alla fatica di lasciarsi (con tempi e modi spesso imprevedibili) condiziona profondamente sia la loro vita sia quella dei figli.

Se chiediamo ai figli di genitori separati, oggi adulti, cosa ricordano di quel periodo, parecchi riferiscono che i continui litigi, a volte molto violenti, a cui assistevano da bambini, oltre ad aver influenzato negativamente la loro vita di relazione, suscitavano in loro paura, disorientamento e senso di solitudine.

La separazione è dunque un evento sempre doloroso per la coppia e per i figli. Cosa possono fare i genitori per limitare le conseguenze negative di una separazione conflittuale?

  1. Non mettere i figli contro l’altro genitore. I bambini devono poter costruire una modello positivo maschile e femminile con cui identificarsi
  2. Tenere a freno l’ostilità e il rancore. Assistere ai litigi dei genitori è la causa più comune di difficoltà psicologiche nei bambini
  3. Non sparlare dell’ex-coniuge in presenza dei figli. Sforzatevi invece di esprimere opinioni positive su di lui/lei
  4. Non sparlare dei membri della famiglia dell’ex-coniuge. I bambini amano i loro nonni e zii, e se un genitore dice cose negative su di loro il bambino si sentirà in conflitto
  5. Rassicurare i figli sul fatto che loro non sono la causa della separazione. I bambini si sentono spesso in colpa quando i genitori si separano e devono essere perciò continuamente rassicurati
  6. Comunicare ai figli il fatto che entrambi i genitori continueranno ad amarlo e a trascorrere molto tempo con loro. Sfatiamo il mito che la qualità è meglio della quantità, vanno insieme
  7. Comunicare ai figli il fatto che voi vi impegnerete a fare del tutto affinché loro siano felici. Un bambino felice sarà in grado di affrontare in modo adeguato le difficoltà della vita
  8. Concordare e condividere un preciso stile educativo. Entrambi i genitori devono far rispettare le stesse regole su ora di andare a dormire, fare i compiti, tempo da passare su tablet, smartphone, TV, rientro casa e così via.
  9. Rinegoziare un rapporto di co-genitorialità senza conflitti. Non c'è bisogno di essere il migliore amico/a dell’ex-coniuge, ma è necessario tentare di costruire un rapporto civile
  10. Partecipare a gruppi di supporto alla genitorialità e rivolgetevi a uno psicologo esperto che aiuti a gestire la rabbia.

Adapted from: Jocelyn Block, M.A. and Melinda Smith, M.A. Last updated: December 2014.



Su questo sito: Genitori separati genitori sempre


> Link suggerito: Bambini e divorzio (in inglese)
> Link suggerito: Tre cose che un genitore non dovrebbe mai dire a un bambino (in inglese)


Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open