Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Martedì, 19 Settembre 2017











Interventi dello psicologo clinico nella scuola: linee guida


Lo psicologo clinico è un consulente esterno che fornisce un servizio alla scuola rivolto alle variabili che favoriscono il raggiungimento degli scopi formativi.

Gli interventi dello psicologo clinico sono orientati allo sviluppo dell’ empowerment personale, del gruppo e dell’organizzazione e, oltre ad essere diretti al singolo individuo, sono diretti, anche e soprattutto, al rapporto tra l’individuo e la sua rete di relazioni. Gli interventi dello psicologo clinico non riguardano le attività didattiche che sono di competenza dei docenti.

Condizioni che regolano gli interventi
  • Lo psicologo clinico interviene solo e soltanto su richiesta dell’utente (dirigenza, docenti, studenti, famiglie)
  • L’intervento si basa sulla condivisione degli obiettivi tra consulente e utente
  • La comunicazione tra psicologo clinico e utente è vincolata al segreto professionale (codice deontologico) salvo nei casi previsti e comunque solo dopo aver comunicato e motivato all’utente la necessità di informare terze persone
  • Lo psicologo clinico non formula diagnosi, non elabora profili individuali degli alunni né della classe, non convoca la famiglia né dà suggerimenti psicopedagogici. Non partecipa al consiglio di classe, collegio docenti, consiglio d’istituto né tantomeno esprime diritto di voto.
  • L’intervento dello psicologo clinico nella scuola non ha obiettivi psicodiagnostici e psicoterapeutici bensì di prevenzione primaria e promozione del benessere e della salute. Lo psicologo clinico però può offrire la sua collaborazione affinché sia facilitata la comunicazione tra scuola e servizi territoriali deputati alla presa in carico dell’aspetto sanitario e/o socio-assistenziale del caso presentato.
  • La verifica dell’efficacia ed dell’efficienza dell’intervento psicologico viene effettuata in base a specifici indicatori stabiliti con la committenza
  • La dirigenza scolastica è il committente e possibile utente del servizio psicologico

Ambiti d’intervento

Gli interventi si articolano su quattro aree:
  1. Sviluppo organizzativo (qualità del servizio e formazione delle risorse umane) e collegamenti con il territorio
  2. gruppo classe
  3. studente
  4. famiglia

Obiettivi degli interventi

1. area sviluppo organizzativo e collegamenti con il territorio:
  • consulenza alla dirigenza centrata sui processi decisionali e sviluppo delle risorse umane
  • analisi organizzativa multidimensione e gestione dei processi di cambiamento legati all’autonomia
  • formazione docenti sulle sviluppo delle compenze nella gestione delle dinamiche relazionali nei processi insegnamento-apprendimento e formazione professionale operatori C.I.C. (Centro d’informazione e consulenza)
  • sviluppo del lavoro di rete con altre scuole e con i servizi socio-sanitari, con l’imprenditoria locale e con le organizzazioni del privato sociale presenti sul territorio
  • consulenza individuale ai docenti su problematiche lavorative (burn out e mobbing)
  • progettazione e attuazione di strategie rivolte alla collaborazione scuola-famiglia
2. area gruppo classe
  • elaborazione e attuazione di progetti educativi (prevenzione disturbi del comportamento alimentare, promozione dell’autostima e autoefficacia, educazione socioaffettiva e sessuale, ecc.)
  • elaborazione e attuazione progetti “accoglienza”
  • consulenza collettiva su problemi specifici
3. area studente
  • counseling psicologico individuale, ambito C.I.C.
4. area famiglia
  • formazione sulle competenze all’ascolto e sulla relazione genitore-figli
  • seminari su problematiche relative ai compiti di sviluppo dell’età evolutiva












Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open