Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Lunedì, 25 Settembre 2017











Il famigliare. Legami, simboli e transizioni

Scabini E., Cigoli V., Il famigliare. Legami, simboli e transizioni, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2000.

Gli autori di questo libro, per esplorare le dimensioni fondamentali dell’interazione familiare, utilizzano il modello relazionale-simbolico. I legami e i simboli familiari esprimono dunque le dimensioni inconsapevoli alle persone che li rappresentano. Il focus è sulle origini e sui passaggi generazionali.

Nonostante il consistente aumento delle separazioni e dei divorzi in questi ultimi anni, ognuno immagina la propria vita da adulto in coppia ed il matrimonio è un obiettivo fondamentale per la maggior parte dei giovani. Il patto coniugale (patto dichiarato e patto segreto), filo conduttore di tutto il libro, fonda la relazione coniugale e la organizza. Si realizza concretamente attraverso l’assolvimento dei diversi compiti di sviluppo che la coppia affronta nel corso della vita.

Gli autori rilevano che in quanto coniugi la coppia ha il compito di costruire l’identità di coppia tramite la reciprocità e il superamento dell’autoreferenzialità; in quanto figli ha il compito di differenziarsi-distinguersi dalle famiglie d’origine attuando contemporaneamente un nuovo tipo di legame con esse; infine ha come compito permanente il rilancio della coniugalità nelle transizioni della vita.

Per chiarire meglio il concetto di compito permanente, gli autori citano una importante studiosa della famiglia, Froma Walsh la quale afferma: “Le persone hanno bisogno di tre matrimoni: in giovinezza un amore romantico e appassionato; per allevare i figli un rapporto con responsabilità condivise; più tardi nella vita un rapporto con un compagno con forti capacità affettive e di accudimento reciproco. Piuttosto che di nuovi partner le persone hanno bisogno di cambiare il contratto relazionale secondo le diverse fasi del ciclo di vita, dal momento che le cose necessarie per il soddisfacimento all’interno di un rapporto cambiano nel corso del tempo anche al variare dei requisiti familiari”.

Naturalmente ogni passaggio di fase necessita di un rilancio del patto coniugale e non sempre la crisi che lo accompagna è risolta in modo indolore per la coppia. La vasta letteratura sull’argomento dà ampio spazio ai fattori predittivi e di rischio nella relazione coniugale e nel testo non mancano gli approfondimenti dei diversi aspetti. E se, come affermano gli autori, “ogni focalizzazione è una messa in ombra” al lettore ora il compito di scoprire i moltissimi spunti di riflessione che questo affascinante testo offre sull’argomento della coppia e della famiglia.





Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open