Studio di Psicologia Clinica
Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Venerd, 24 Novembre 2017











Anche l'anima fa male. Angosce infantili, angosce adulte

Bracconier A., Anche l'anima fa male. Angosce infantili, angosce adulte. Feltrinelli, Milano, 2000.

Dalla quarta di copertina:"Come il corpo, anche l'anima pu far male. Non se ne vedono i lividi ma ci sono. Spesso quel malessere dagli incerti confini che chiamiamo angoscia".

Testo di agevole lettura anche per i non esperti. L'autore, psicanalista ed esperto di problematiche infantili ed adolescenziali, ripercorre le tappe di un possibile sviluppo dell'angoscia nelle sue varie forme e manifestazioni.

Egli afferma che l'80% dei bambini che frequentano la scuola elementare soffrono di angoscia in gradi diversi. Questa, se non riconosciuta ed in alcuni casi curata pu ripresentarsi nel corso della vita molto pi strutturata e nei casi pi gravi pu condurre persino al suicidio.
Attualmente il 15% degli uomini e delle donne soffre di disturbi ansiosi o di angoscia patologica che si accentua soprattutto in concomitanza di cambiamenti importanti o in seguito a traumi.

Un ruolo importante rivestito dall'angoscia patologica di separazione che rappresenta uno dei disturbi ansiosi pi frequenti nel bambino e nell'adolescente. Attraverso la descrizione di storie personali, l'autore fornisce alcuni elementi caratteristici dei diversi quadri clinici. Nonostante non sia sempre facile riconoscere i sintomi di questo disturbo, in quanto essi sono spesso camuffati da difficolt di apprendimento, di rifiuto o abbandono scolastico o somatizzazioni di vario tipo, essi possono comunque sollecitare uno stato di allerta e di attenta osservazione da parte dell'adulto.

Soprattutto in adolescenza, pu verificarsi la situazione in cui l'angoscia, troppo intensa e duratura, pu trasformarsi in una minaccia depressiva. In questo caso essa svolge l'importante funzione di "segnale d'allerta" che avverte del rischio dello sviluppo di una vera e propria depressione. L'intervento farmacologico centrato sull'eliminazione dei sintomi copre l'origine inconscia del disturbo che solo una psicoterapia pu portare alla luce. L'autore non manca infine di sottolineare il fatto che l'angoscia, se riconosciuta ed elaborata, pu essere un valido mezzo di conoscenza di s.



Stampa questo articolo


 

Dott.ssa Maria Anna Spaltro
Via Sebino, 32/A - 00199 Roma - Telefono 06 85.43.923 - info@psicologia-roma.it
P.IVA 04461411003 - Ordine Psicologi Lazio n. 4455


2001-2017 Tutti i diritti riservati

Realizzazione siti web 2open